Vela
» Scuola vela
» Agonistica derive
» Altura
» Regata con NOI!
Pesca
» Bolentino
» Traina costiera
» Drifting
» Traina d'altura
» Canna da riva
» La sfida
Il nostro circolo
I servizi
Le tariffe
Lo statuto
Il direttivo
Dove siamo
Archivio News
News EVENTI
News VELA D'ALTURA
News PATENTI NAUTICHE
News VELA
News PESCA
News OFF-SHORE
News SUBACQUEA
Comunicazioni ai soci
Photogallery
Circolo Nautico
Sanbenedettese

Tel. 0735.584255
Tel. 348.4288160
Tel. (Orm.) 366.8032424
Fax 0735.594675
Canale VHF 13
info@circolonautico.info

Bar/Ristorante
Tel. 0735.592163

Capitaneria di porto
Tel. 0735.586711

CORSO PADI PRIMO LIVELLO

04/06/2013

Programmazione

Dal primo giorno, grazie alle nuove esperienze da condividere con gli amici, la subacquea inizierà a cambiarti la vita. E potrai praticarla quasi ovunque ci sia dell’acqua! Imparare ad immergersi non è difficile ma, esattamente come qualsiasi attività che valga la pena di intraprendere, richiede un po' di tempo e d'impegno.


Partecipando al corso Open Water Diver PADI, avrai modo di divertirti in tre fasi distinte: Sviluppo delle Conoscenze, Immersioni in Acque Confinate ed Immersioni in Acque Libere.


Il corso Open Water Diver PADI è incredibilmente flessibile e si basa sulle prestazioni: ciò significa che posso offrirti varie possibilità di frequenza e che i ritmi sono scanditi dai tuoi stessi progressi. Ti è possibile completare le immersioni in acque confinate e libere in poco tempo, come tre o quattro giorni (premesso che tu provveda anzitempo a leggere il manuale e vedere il video).


Tuttavia, molte persone preferiscono una programmazione più comoda. Per saperne di più, o richiedere un corso privato o semi-privato, contatta direttamente con la Sezione Subacquea del CNS.

Questa fase ha lo scopo di farti prendere confidenza con i principi e le procedure di base: apprenderai argomenti del tipo “come agisce la pressione dell’acqua sul tuo corpo”, “come scegliere le migliori attrezzature” e “ciò che devi considerare pianificando le immersioni”.


Il concetto è chiaro: inizi ad immergerti. Svilupperai le abilità subacquee di base in una piscina o in un bacino idrico che ne presenti le stesse condizioni. Imparerai tutto ciò che ti serve: dalla preparazione della tua attrezzatura, al modo per svuotare facilmente la tua maschera senza dover riemergere. Praticherai inoltre alcune abilità necessarie per fronteggiare eventuali emergenze, come la condivisione dell’aria…


Dopo le immersioni in acque confinate, insieme al tuo Istruttore PADI ed ai tuoi nuovi amici, proseguirai l’addestramento con quattro immersioni vere e proprie in acque libere. Qui raggiungerai il massimo del divertimento, mettendo insieme tutto ciò che hai imparato e godendoti l'avventura subacquea - ovviamente a livello principiante. Potrai fare immersioni vicino a dove vivi o, se preferisci, durante una vacanza in luoghi più esotici.


Domande e Risposte...

D: Quando raggiungo il fondo della piscina o quando, facendo snorkeling, mi capita di immergermi, le orecchie mi danno fastidio: questo mi impedirà di diventare un subacqueo?


R: No, sempre che tu non abbia qualche anomalia alle orecchie o ai seni. Il disagio che avverti dipende dal normale effetto che la pressione dell’acqua esercita sui tuoi timpani. Fortunatamente, il nostro corpo è stato “progettato” in modo da poter compensare i cambiamenti di pressione nelle orecchie – devi solo imparare come.


D: Patologie precedenti come problemi alle orecchie, diabete, asma, allergie oppure fumare, possono impedire a qualcuno di immergersi?


R: Non necessariamente. Sebbene una qualsiasi patologia riguardante le orecchie, i seni, la funzione respiratoria o cardiaca, o in grado di alterare lo stato di coscienza, potrebbe costituire una controindicazione, solo un Medico può stabilire il rischio individuale di una persona. Per valutare un futuro subacqueo, i medici possono anche avvalersi della consulenza del Divers Alert Network (DAN), se lo ritengono necessario. www.daneurope.org


D: Quali sono le più comuni lesioni o malattie correlate con le immersioni subacquee?


R: Le scottature solari ed il mal di mare, che si possono prevenire con metodi appositi. Le più comuni lesioni provocate da forme di vita acquatica sono le abrasioni e le punture, facilmente evitabili indossando una muta protettiva, restando sollevati dal fondale e guardando dove si mettono mani e piedi.


D: Ma… gli squali?


R: : Se sei davvero fortunato, potrebbe anche capitarti di vederne uno. Qualche volta accadono incidenti con degli squali, tuttavia sono casi davvero rari e, per ciò che riguarda la subacquea, si associano essenzialmente ad attività come la caccia subacquea o il cibare gli squali: attività cioè che fanno scattare un comportamento alimentare aggressivo. Il più delle volte, se ti capiterà di vedere uno squalo, sappi che stai vivendo uno spettacolo assolutamente raro e meraviglioso.


D: Le donne devono preoccuparsi di qualcosa in particolare in merito all'attività subacquea?


R: Null’altro che della gravidanza. Poiché i medici sanno ancora poco a proposito degli effetti dell’immersione sul feto, la raccomandazione è di evitare d'immergersi quando si è incinte o mentre si cerca una gravidanza. Le mestruazioni, invece, di solito non costituiscono un problema.


D: Quale profondità si raggiunge?


R: Con l’addestramento necessario e l’esperienza, il limite dell’immersione ricreativa è posto a 40 metri/130 piedi. I principianti restano entro i 18 metri/60 piedi circa. Sebbene questi siano i limiti, la maggioranza delle immersioni più popolari si svolge però entro i 12 metri/40 piedi, dove l’acqua è più calda ed i colori sono più brillanti.


D: Che cosa succede se consumo tutta la mia aria?


R: E’ piuttosto raro, poiché con te hai un manometro che indica, in qualsiasi momento, quanta aria hai a disposizione. In questo modo puoi risalire con una riserva d’aria di sicurezza. Ma, giusto per rispondere alla tua domanda, se esaurisci l’aria è il tuo compagno d’immersione ad offrirti un suo secondo erogatore, che ti permette di condividere la sua aria mentre riemergete. Ci sono anche altre opzioni, che apprenderai durante il tuo addestramento.


D: Che cosa accade se soffro di claustrofobia?


R: Sebbene indossare tutto l'equipaggiamento possa far apparire goffi, molte persone restano affascinate dalla “mancanza di peso” che si prova in immersione. Le moderne maschere subacquee sono disponibili in modelli traslucidi, preferibili rispetto a maschere in cui ti senti come "rinchiuso". Durante il tuo addestramento, il tuo istruttore ti dedicherà tutto il tempo necessario e ti insegnerà a sentirti a tuo agio in ogni momento: lavorerà con te e secondo il tuo ritmo, assicurandosi che tu possa memorizzare e padroneggiare ogni abilità necessaria a farti diventare un subacqueo in grado di immergersi con regolarità.

[ stampa ] [ invia ad un amico ]


torna indietro
Compila il form per contattare il circolo
Nome e cognome (*)
Recapito telefonico (*)
Email (*)
Richiesta

(*) = campi obbligatori.
Acconsento al trattamento dei miei dati personali. Leggi l´Informativa.
Newsletter
Email
Acconsento al trattamento dei miei dati personali. Leggi l´Informativa.
Local Advertising Sviluppo Siti web e applicazioni web, desktop e mobile per iPhone iPad e Android