Vela
» Scuola vela
» Agonistica derive
» Altura
» Regata con NOI!
Pesca
» Bolentino
» Traina costiera
» Drifting
» Traina d'altura
» Canna da riva
» La sfida
Il nostro circolo
I servizi
Le tariffe
Lo statuto
Il direttivo
Dove siamo
Archivio News
News EVENTI
News VELA D'ALTURA
News PATENTI NAUTICHE
News VELA
News PESCA
News OFF-SHORE
News SUBACQUEA
Comunicazioni ai soci
Photogallery
Circolo Nautico
Sanbenedettese

Tel. 0735.584255
Tel. 348.4288160
Tel. (Orm.) 366.8032424
Fax 0735.594675
Canale VHF 13
info@circolonautico.info

Bar/Ristorante
Tel. 0735.592163

Capitaneria di porto
Tel. 0735.586711

Notti brasiliane

La grande cantautrice brasiliana, Adriana Calcanhotto, al Circolo Nautico sambenedettese
20/07/2006

Venerdì 21 luglio 2006, alle ore 21.30, presso il porticciolo del Circolo Nautico Sambenedettese si svolgerà “Notti brasiliane”, evento in collaborazione con Bitches Brew Jazz Club. Adriana Calcanhotto, grande cantautrice brasiliana ancora poco conosciuta in Italia, sarà la protagonista della serata. Intrigante sperimentatrice della parola, Adriana Calcanhotto (Porto Alegre 1965) debutta discograficamente nel 1990 con “Enguiço” guadagnandosi il Premio Sharp come miglior eesordio femminile. Figlia dell'ideologia post-punk utilizza fin dagli inizi un linguaggio da contestatrice acustica innamorata della poesia.


Seguendo le orme di Maria Bethania, la Calcanhotto, con voce degna di una Suzanne Vega tropicale, ha saputo riportare nel pop da classifica la densità del lessico poetico brasiliano, della sperimentazione verbale tropicalista di Waly Salomao e Caetano Veloso (“A Fabrica Do Poema”, “Maritmo”). Con la sua arguzia e l'elegante gioco di citazioni colte, la sua canzone ha saputo trasformarsi nella pappa reale della canzone brasiliana d'autore degli anni Novanta, giustamente molto frequentata dalle grandi interpreti femminili, a cominciare dalla grande Bethania (“Ambar”, “A Força que nunca seca”, “Maricotinha”).


Il suo ultimo lavoro, “Cantada” (2002), miscela sapientemente elementi di elettronica e violoncello, accordeon, chitarra portoghese, percussioni, la poesia di antonio Cicero e Drummond de Andrade, la complicità di Moreno Veloso, Daniel Jobim, los Hermanos…un piccolo miracolo.


Fonte: ilQuotidiano.it
[ stampa ] [ invia ad un amico ]


torna indietro
Compila il form per contattare il circolo
Nome e cognome (*)
Recapito telefonico (*)
Email (*)
Richiesta

(*) = campi obbligatori.
Acconsento al trattamento dei miei dati personali. Leggi l´Informativa.
Newsletter
Email
Acconsento al trattamento dei miei dati personali. Leggi l´Informativa.
Local Advertising Sviluppo Siti web e applicazioni web, desktop e mobile per iPhone iPad e Android